NINJA CAMPIONE

1693__x400_ninja_champion_poster_01

 

REGIA: GODFREY HO

ATTORI: (SE VOGLIAMO DEFINIRLI TALI…) BRUCE BARON, PIERRE TREMBLAY, PHILLIP CHING

REPERIBILITÀ: BASSA, SI TROVA IN DVD

GENERE: ARTI MARZIALI

ANNO: 1985 (ALTRE FONTI INDICANI INVECE 1986)

DISTRIBUZIONE ITALIANA:

MOMENTI CLOU: 1) LASCENA DI VIOLENZA ALLA RAGAZZA 2)L’ARRIVO DEI RIDICOLI NINJA ROSSI 3) QUANDO ROSE VIENE PORTATA IN BRACCIO DALL’UOMO E SI NOTA UNA CLAMOROSA GAFFE 4) LE SCENE DI LOTTA FRA NINJA VERAMENTE PIETOSE

Prima di addentrarci nei dettagli di questa recensione dobbiamo fare due precisazioni: 1) questo film è pessimo 2) la qualità dell’edizione italiana del DVD lascia molto a desiderare. Ninja campione (come se ci fosse un torneo… campione di cosa poi non si capisce…) si apre con una panoramica marittima, con navi in bella vista, per poi passare in maniera molto brusca (con un montaggio pessimo) ad una confusa scena in cui una coppia in tenda viene aggredita da 3 bruti (uno dei quali truccato da clown… mah… va beh…) i quali violentano la tipa che si chiama Rose. La storia quindi è la classica vendetta di una ragazza violata, che ucciderà i suoi stupratori, a fare da cornice c’è un losco traffico di diamanti, e un ridicolo ninja dell’ interpol alla caccia del cattivone di turno che si rivelerà essere un altro ninja da strapazzo con un costume rosso (si mimetizza bene eh?). Dopo la scena della violenza l’azione si sposta su una tipa un po’ dark che si reca dal boss per vendergli dei diamanti, qui assistiamo ad una scena assurda in quanto nel mostrare i diamanti la ragazza si spoglia aprendosi la camicetta, qui il seno è censurato (o almeno credo che l’intento fosse quello) con una serie di “brillantezze argentate” in una sequenza inguardabile e difficile da descrivere, vedere per credere. Il boss ha un fratello che è un pugile e vuole presentarlo alla donna (che poi è la famosa Rose…), poi entrano in scena i due agenti dell’interpol, che tutto sembrano fuorché agenti, che capiscono il legame che c’è fra il traffico di diamanto e l’avvenuto stupro. Il film ha una regia veramente elementare, attori pessimi, e pure il doppiaggio fa schifo! Poi come se non bastasse, è presente una colonna sonora bruttissima e malfatta. Nella scena in cui il fratello del boss corteggia la ragazza in casa si scade nel ridicolo, quando la prende in braccio per portarla in camera le fa urtare una sedia con una gamba e l’attrice perde la scarpa, si vede benissimo che era una cosa non voluta ! Semplicemente hanno lasciato correre seguendo il motto: ma si dai… buona la prima ! Rose ha con sé una specie di siringa nascosta in un rossetto con la quale avvelena l’uomo, il quale si contorce in maniera poco credibile sul letto. Il punto è questo, come diavolo ha fatto l’uomo a non riconoscerla !? La ragazza non aveva una maschera, era solo pettinata diversamente ! Poveri noi. Nella sceneggiatura ci sono dei buchi pazzeschi con incoerenze a non finire, poi il personaggio dell’ex di Rose riappare all’improvviso a casa dell’agente dell’interpol dicendo che ha sbagliato a lasciarla e che ormai anche lui è entrato nel traffico di diamanti per risalire ai violentatori (anche qui non si sa né come né quando…). I brevi flashback del fidanzato di Rose che si ricorda momenti felici sono degni di una telenovela sudamericana di serie Z  e ovviamente sono messi senza coerenza narrativa. Poi Rose viene aggredita da due sgherri uno dei quali vestito alla Tony Manero nel film “La febbre del sabato sera” e ovviamente l’ex fidanzato arriva in suo aiuto facendoci assistere alla prima vera scena di arti marziali. Subito dopo (con un montaggio orrendo) entrano in scena i ninja vestiti di rosso, (meno male i ninja devono mimetizzarsi…) il cui capo, un occidentale, li mette sulle tracce degli agenti dell’interpol per ucciderli. Semplicemente osceno è lo scontro di Rose con il secondo violentatore della lista, dopo che le si sé sfilata una scarpa, rompe la testa del mafioso con il tacco (?) poi lo accoltella, e non si vede nemmeno una goccia di sangue ! Insomma un delirio ! Altrettanto assurda la scena in cui Rose travestita da infermiera tenta di ucciderne un altro, anche qui il tizio non la riconosce (va beh…) così lei tranquillamente lo immobilizza con delle corde, lui sospettoso le chiede spiegazioni e lei risponde: “è perché non si muova durante l’iniezione” ma certo ! A chi non è mai capitato di essere legato come un salame per una banale iniezione? per favore… la ragazza poi proseguirà con la sua vendetta finchè non ci sarà un intoppo poco piacevole. Assisteremo ad altre acrobazie dei ridicoli ninja che sembrano messe li tanto per tenere sveglio il povero spettatore. Successivamente assistiamo ad uno scontro su una nave abbandonata fra il boss e una misteriosa donna somigliante Rose, lo scontro è particolarmente trash con labbrate e schiaffoni alla Bud Spencer, e altrettanto trash è la scena del duello finale in cui la protagonista rischia di essere decapitata ma viene salvata da un colpo di pistola che stacca di netto la mano omicida (la mano è ovviamente di plastica e viene mostrata senza vergogna). Assisteremo anche allo scontro fra il detective-ninja e il losco capo dei ninja-trafficanti, uno scontro condito da mosse improbabili e sparizioni fulminee (nel senso che i ninja hanno, non si sa come, la facoltà di sparire per alcuni secondi hahaha ! ). Insomma ragazzi, un film tremendo e orribile, vedere per credere !

 

Il ninja dell'interpol in azione

Il ninja dell’interpol in azione

Uno dei violentatori truccato da clown

Uno dei violentatori truccato da clown

Rose si vendica

Rose si vendica

Il ridicolo capo dei ninja trafficanti

Il ridicolo capo dei ninja trafficanti

La dark lady mostra i diamanti al boss

La dark lady mostra i diamanti al boss

Rose con degli occhiali improponibili

Rose con degli occhiali improponibili

 

 

 

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca