EDEN LAKE

 

REGIA: JAMES WATKINS

ATTORI:KELLY REILLY, MICHAEL FASSBENDER, JACK O’CONNELL, FINN ATKINS

REPERIBILITÀ: si trova abbastanza facilmente in DVD

GENERE: VENDETTA MOVIE

ANNO: 2008

DISTRIBUZIONE ITALIANA: PULP VIDEO

 

James Watkins esordì come regista con questo filmetto, inspiegabilmente (a mio parere, visto che altri siti non sono di questo avviso) applaudito dalla critica, vincendo anche l’ Empire awards for best horror ( si vede che capiscono ben poco di cinema, e di horror…). Watkins si avvalse per il ruolo di protagonisti di due attori del calibro di Michael Fassbender e Kelly Reilly. Fassbender lo avevamo visto in “Bastardi senza gloria” di Tarantino, “X-Men l’inizio” (di Mattew Vaughn) e “300” di Zack Snyder; Kelly Reilly  invece l’abbiamo vista in: “Orgoglio e pregiudizio” (J.Wright”) e “L’appartamento spagnolo” (Cedric Klapisch). Quindi notiamo che almeno per i protagonisti sono stati scelti attori molto buoni, purtroppo però Eden Lake non convince appieno. La trama è la seguente: Jenny e Steve sono una coppietta che va a trascorrere un weekend in tenda sulle rive di un lago, (il cui accesso era in realtà vietato…) qui Steve vorrebbe chiedere a Jenny di sposarlo, purtroppo la coppia si troverà ad affrontare un gruppo di adolescenti violenti che gli perseguiterà in mille modi. Di violenza nel film, ce n’è abbastanza e alcune sequenze riescono a turbare davvero lo spettatore, ad esempio la scena in cui Steve è legato col filo spinato, alla mercè degli aguzzini, oppure quando i due fidanzati cercano rifugio sotto una baracca. Il problema di Eden lake è la scarsa originalità della trama che scorre in maniera troppo lineare, e le reazioni a volte poco credibili dei personaggi. Com’è possibile  che un adulto con un fuoristrada riesca ad essere così scemo da schiantarsi contro un albero mentre scappa da un gruppo di ragazzini in bici? (Ok che i vetri del veicolo erano rotti però…). Quello che non mi è piaciuto è il fatto che il film faccia il verso a pellicole degli anni 70/80 tipo: “Un tranquillo weekend di paura” solo che nel nostro caso invece di avere degli psicopatici credibili, abbiamo a che fare con un gruppo di adolescenti con la BMX (la classica bici americana). il film cerca di salvarsi dalla banalità mostrando che questi ragazzi provengono da un contesto sociale degradato, con la volontà di giustificare in qualche modo le loro azioni, ma ciò non viene approfondito in maniera esauriente, bensì liquidato troppo velocemente nel finale. Le ferite inflitte ai due sono abbastanza realistiche ma come ho detto, il tutto ha il sapore del già visto. Eden lake non è un film da buttare, a patto che cerchiate un prodotto da intrattenimento del sabato sera con amici, ma se cercate originalità andate da un’altra parte.

Due adolescenti deviati

Due adolescenti deviati

Jenny e Steve cercano riparo nella baracca

Jenny e Steve cercano riparo nella baracca

La tortura di Steve

La tortura di Steve

Jenny è ridotta male

Jenny è ridotta male

clicca per vedere il trailer di Eden lake!

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca