FUMETTO OLTRETOMBA

RECENSIONE FUMETTO TRASH: Oltretomba

Negli anni 70 in Italia nacquero una miriade di case editrici che pubblicavano fumetti horror, polizieschi, comici, fantascientifici ecc… (le più rappresentative furono Erregi, ed Edifumetto) quindi ci troviamo davanti a una gran quantità di generi, tuttavia c’era fra essi un comune denominatore: la pornografia ( tette, culi e amplessi mostrati senza pudore).
In questo calderone di proposte c’era sempre spazio per fanciulle lascive con le tette al vento, ( tutto condito da titoli deliranti come ad esempio alcuni della serie Maghella: “Le streghe la danno facile” “Lady godeva” “Vola uccellone…vola!” ). Nel caso di fumetti comici come “Il montatore” (il cui protagonista ha le fattezze di Lando Buzzanca…) o Corna Vissute gli amplessi facevano da contorno a storie (si fa per dire…) e vicende comiche volgarissime, (roba che Pierino con Alvaro Vitali è roba da intellettuali) mentre in altri casi come nella serie di Oltretomba, il sesso fa da contorno a storie horror/spaltter in cui il sesso fa da padrone.
Oltretomba fu creato nel 1971 da Stanley Baldock e Dino Leonetti per un totale di 300 numeri (c’era anche la serie formato gigante e la serie a colori) dal 1971 al 1986, il formato era pocket tipo Diabolik, un formato  “classico” per le pubblicazioni di questo periodo, e le copertine erano disegnate tipo pastello, con il alto il titolo del fumetto formato da ossa con sfondo nero.
All’interno della vita editoriale di Oltretomba c’è spazio per tutti i gusti: maniaci omicidi, mostri vari, fantasmi e torture di ogni genere con una forte presenza di sesso hardcore esplicito (per soddisfare un pubblico di ragazzetti allupati). Il fumetto era quindi vietato ai minori di 18 anni (come recato in copertina nella piccola lapide nell’angolo sinistro). In un certo senso fumetti come oltretomba mostrano ciò che il vecchio “zio Tibia” (uncle creepy) non aveva a suo tempo fatto vedere, infatti Oltretomba è molto più violento e truce dei fumetti della EC comics (la casa editrice di Tales from the crypt) di allora. In ultima analisi possiamo  dire che fumetti come Demon story, Dick Drago, e Satanico, (roba che andava di moda quando ero ragazzino…) furono un tentativo di riportare a galla certe atmosfere che fecero la fortuna di Oltretomba, purtroppo però l’avventura editoriale di queste testate fu breve rispetto alla lunga serie oltretombesca, comunque ancora oggi, doversi sono coloro che ricordano con piacere i pomeriggi passati in compagnia di queste piccole testate.
Vi segnalo che questo genere di fumetti sono presenti i dosi massicce alle fiere del fumetto, quindi chi volesse può accaparrarsi qualche numero! Ah!!! Dimenticavo, è stato fatto anche un film ispirato alle storie e atmosfere di Oltretomba chiamato: “Bloody sin” (2011 regia Domiziano De Cristopharo).
154
1670391-oltretomba_n__07_ediperiodici
OLTRETOMBA
oltretomba_13
oltretomba_47
serpente2

Scritto da
COMMENTI
  • Giuseppe Celi
    Rispondi

    So che è in preparazione un film horror a episodi, ispirato al fumetto. Il regista sarà Lepori, che non ha nessuna parentela con uno degli storici disegnatori della serie, il quale comunque ha realizzato la locandina.

    • Dott.trash
      Rispondi

      in realtà un film basato sulle atmosfere di oltretomba è già stato fatto da Domiziano Cristopharo e si chiama Bloody sin, te lo consiglio! su you tube puoi trovare il trailer… e se vuoi lo trovi anche in dvd ! Di quello che dici tu non ho notizia, ma cercherò su internet!

  • giuseppe
    Rispondi

    Sto aggiornando la voce sul fumetto su Wikipedia. Volevo chiederti dove hai trovato che Stanley Baldock e Dino Leonetti sono i creatori della serie. Non riesco a trovarlo da nessuna parte. Era scritto sugli albi?

    • Dott.trash
      Rispondi

      Lo avevo letto su internet, ma purtroppo non ricordo dove…

Scrivi il tuo Commento

Start typing and press Enter to search