LIBRO: MARIO CAIANO

 

TITOLO: MARIO CAIANO AUTOBIOGRAFIA DI UN REGISTA DI B MOVIES

AUTORE: MARIO CAIANO

CASA EDITRICE: IL FOGLIO

ANNO DI PUBBLICAZIONE:  2014

 

Cari amici, volevo segnalarvi questo interessante libro dove il grande artigiano del cinema Mario Caiano ripercorre la sua avventura (che gli permise anche di viaggiare molto), ma forse il vero viaggio lo ha fatto nel mondo della settima arte, toccando i più svariati generi: western, horror, peplum, poliziesco. Caiano ha sempre difeso il cinema di genere e di serie “B”, aggettivo che il nostro ha nobilitato con il suo percorso umano e professionale, uomo che non risparmiò critiche a ruota libera a colleghi e soprattutto all’intoccabile RAI “il massimo che ottieni è di lasciare la tua opera (…) a qualche infimo funzionario con la promessa che prima o poi troverà il tempo di leggerlo, dopo di che cala il silenzio”. Interessanti anche i ricordi legati ai film girati in Spagna:caldo torrido, undici ore di lavoro al giorno (wow io non faccio neanche 5 minuti ….) e tavola apparecchiata in un vero saloon ! Oltre che alla figura di un buon cineasta emerge anche quella di un uomo finemente intellettuale ed impegnato politicamente, amico di registi come Sergio Grieco, sottovalutato autore che a suo dire lasciò un’ importante lezione di umanità e rigore. Conobbe personaggi come Harry Joe Brown produttore della Twentieth Century Fox curioso personaggio che affermava:”qualsiasi tecnico americano è meglio di uno italiano” (mah…) oppure: “i film sulla sabbia e sulla neve sono sfigati, portano male ed è meglio non farli” (quelli sull’acqua ti vanno bene?), insomma ragazzi, un bel libretto di 173 pagine piene di nostalgia per un personaggio ed un modo di fare cinema ormai estinto ma che vive nel cuore di appassionati. L’unica pecca del volume consiste a mio avviso nella totale mancanza di foto e locandine, che non avrebbero guastato affatto.

Scritto da

Scrivi il tuo Commento

Start typing and press Enter to search